Le agenzie immobiliari su strada faranno la fine delle cabine telefoniche.

Mercato immobiliare delle agenzie online è in piena crescita.


Crescono le agenzie immobiliari on line in Europa nell'ultimo semestre. Secondo Homstate, prima agenzia immobiliare online italiana, il mercato immobiliare delle agenzie online è in piena crescita.

A maggio la piattaforma Houwzer ha raccolto finanziamenti per 2 milioni di dollari, a settembre Yopa e successivamente Emoov, startup britanniche, hanno raccolto rispettivamente 29 e 9 milioni di euro e infine a ottobre la piattaforma francese Proprioo ha ricevuto finanziamenti per 1 milione di euro.

L'Inghilterra sembra dunque un terreno molto fertile per questi nuovi attori nel mercato immobiliare. Secondo i dati raccolti da Homstate le agenzie online potrebbero aver conquistato il 10 % del mercato immobiliare britannico in poco più di tre anni.

Ivan Laffranchi - fondatore e Ceo di Homstate,  spiega il concept  "Le agenzie dematerializzate sono dei professionisti dell'immobiliare che propongono un offerta ibrida. Concretamente, propongono di vendere un immobile di un proprietario per una somma fissa, sovente molto meno cara rispetto alle agenzie tradizionali. Inseguito accompagnano il cliente in tutte le fasi. Innanzitutto si occupano di tutta la parte marketing della messa in vendita. Il cliente ha l'impressione di essere in totale autonomia ma beneficia di assistenza completa. Le agenzie online hanno  dematerializzato l'insieme del processo di vendita e un vero agente immobiliare si occupa della parte di transazione al momento della trattativa. Per quanto concerne il cliente compratore, queste piattaforme propongono un'esperienza di ricerca leggermente superiore a quella dei portali".

In effetti le agenzie online hanno sviluppato delle soluzioni che permettono di fluidificare la ricerca e la transazione. Questo passa attraverso visite virtuali, funzioni di prenotazione delle visite online e algortimi capaci di matchare il profilo dell'acquirente con un annuncio che gli corrisponde.

Le agenzie online adottano un sistema simile a un marketplace. L'utilizzatore realizza la sua ricerca, la piattaforma si incarica di incrociare i criteri dell'acquirente con l'immobile e automatizzare il contatto. Centralizzano l'informazione e al posto di posizionarsi sulla vendita dell'annuncio, valorizzano la transazione. E' un approccio che piazza le agenzie online a metà tra i portali e le agenzie immobiliare tradizionali.

Le agenzie online fanno, come lo indica il nome, il loro sviluppo principalmente su internet. Un posizionamento che impatta sulla loro comunicazione e sui servizi offerti. Il solo momento in cui i loro agenti prendono vita nella vita reale, è al momento della valutazione e quando si spostano per concludere una transazione. Di conseguenza queste piattaforme si focalizzano sullo sviluppo di un valore aggiunto online.

Questo gli permette di posizionarsi con dei prezzi molto aggressivi e un business model differente, privilegiando il pagamento di un forfait piuttosto che funzionare con l'abituale sistema di commissioni e poiché le piattaforme si basano su una infrastruttura principalmente dematerializzata hanno dei costi molto meno elevati di un'agenzia immobiliare tradizionale ed è il loro principale argomento di marketing: un prezzo di servizio per il cliente da 3 a 7 volte meno caro di un'agenzia tradizionale.

Le agenzie online si stanno quindi installando sul mercato immobiliare in tutto il mondo. Oggi sono già in Inghilterra, Australia, Stati Uniti, Francia e in Italia con Homstate che già raccoglie un incarico al giorno e gestisce decine di appuntamenti direttamente online attraverso la piattaforma web. La piattaforma italiana, che dopo sei mesi di test su Torino prepara l'espansione verso il resto della regione e verso la Lombardia, è alla ricerca di investitori per accelerare la crescita su tutto il territorio e secondo il suo fondatore "le tradizionali agenzie immobiliari su strada faranno la fine delle cabine telefoniche e questo modello di business è l'evoluzione che il mercato immobiliare non vedeva dall'avvento dei franchising immobiliari negli anni 80.".