Home staging: significato, costi e come farlo al meglio

L’home staging è quell’attività di allestimento che permette di vendere casa o locare un immobile più velocemente, e a un prezzo più conveniente, grazie alla valorizzazione degli ambienti.

Il professionista che si occupa di rendere impeccabile l’immagine della casa è chiamato home stager. Il ruolo di questo esperto dell’immagine è quello di favorire la compravendita, rendendo l’immobile irresistibile agli occhi dei compratori, sia nello spazio fisico (arredamento e decorazioni) che nella sua presentazione virtuale, ad esempio attraverso la produzione di foto e video professionali e la scrittura di annunci accattivanti.

Vuoi aumentare il valore del tuo immobile o venderlo più velocemente? Compila il form di contatto, un nostro mentore immobiliare ti aiuterà a fare la scelta più adatta alle tue esigenze.


Cos’è l’home staging? Significato e vantaggi

L’home staging è una tecnica di marketing che arriva dagli Stati Uniti e che, negli ultimi anni, sta prendendo sempre più piede in Italia. Questa attività va a interferire direttamente sulla percezione dello stato dell’appartamento, che è uno dei requisiti fondamentali per valutare il valore di un immobile.

Letteralmente il significato di home staging è “messa in mostra o allestimento (staging) della casa (home)”. 

La filosofia di questa tecnica è quella di rendere gli ambienti della casa un palcoscenico, in cui il futuro acquirente (o locatario) desidera vivere, con la finalità di vendere o affittare più velocemente l’immobile.

Tra i vantaggi dell’home staging su appartamenti in vendita o locazione possiamo elencare:

·         La possibilità per l’appartamento di distinguersi tra i tanti annunci immobiliari;

·         È più veloce ed economico di una tradizionale ristrutturazione, perché si tratta di interventi ordinari che non necessitano di permessi edilizi o grandi investimenti;

·         Permette di risparmiare il 77,2% del tempo nei casi di vendita della casa e il 96,7 % per quanto riguarda l’home staging per affitto (secondo i dati nazionali di Banca Italia).

Come fare home staging in modo funzionale

Se ti stai chiedendo come funziona l’home staging, il meccanismo è piuttosto semplice: per favorire la compravendita, presentare al meglio l’immobile è fondamentale in ogni fase d’acquisto, dall’imprinting iniziale fino alla visita fisica dell’immobile.

Per questo l’home staging si articola in diversi momenti:

·         Home staging virtuale: vengono realizzate visite guidate 3D dell’appartamento virtualmente sottoposto a restyling, in cui vengono esaltati tutti gli elementi, gli oggetti, gli spazi e le disposizioni.

·         Home staging fisico,  che si suddivide in due fasi:

a.       spersonalizzazione (o decluttering), in cui vengono ordinati gli ambienti della casa, eliminando gli oggetti personali per creare uno spazio neutro in cui l’acquirente può immaginare di vivere;

b.      allestimento: viene costruita una vera e propria scenografia in cui ogni cosa è studiata per esaltare al massimo i pregi dell’appartamento (luci, decorazioni, arredamento, disposizione dei mobili, ecc..).

A queste operazioni segue la realizzazione di foto e video professionali e la scrittura di annunci efficaci per rendere l’immobile ancora più appetibile e facilitarne la compravendita o locazione.

Home stager: chi è e cosa fa

L’home stager non è un architetto, non è un progettista e non è un interior design. L’home stager è un professionista dell’immagine della casa che si occupa di presentare al meglio l’immobile, seguendo regole e descrizioni ben precise, al fine di garantire una più veloce e conveniente compravendita.

A differenza delle altre professioni che si occupano di arredare spazi immobiliari per soddisfare le esigenze di chi già ci vive, l’home stager immagina e realizza degli ambienti per gli acquirenti potenziali

Questo significa che questa figura non deve limitarsi alla sola conoscenza delle tecniche di arredo e progettazione degli spazi, ma deve anche studiare il mercato immobiliare e conoscere il target di riferimento.

Le competenze base di un bravo home stager prevedono:

·         Conoscenza del mercato immobiliare;

·         Studio del target di riferimento;

·         Conoscenza dell’arredamento, degli stili e del design;

·         Capacità di produrre materiale fotografico professionale;

·         Orientamento alla vendita, capacità comunicative, problem solving;

·         Capacità di stabilire budget realistici e rispettarli

Home staging: costi

Non esistono prezzi standard per le attività di home staging, in quando molto dipende dallo stato della casa, dalla metratura, dalle rifiniture, ecc…

Tuttavia, possiamo dire che i costi dell’home staging per un appartamento di medie dimensioni (come un trivano) vanno da un minimo di 300 euro, per una casa già abitata e in buone condizioni, fino a 2500 euro per un immobile da rinnovare totalmente, ad esempio se c’è la necessità di liberarlo da mobili pesanti e rovinati come armadi e tavolini vecchi.

A questo punto sorge spontanea la domanda: chi paga l’home staging?

Gli interventi di rinnovo il più delle volte vengono sostenuti dal proprietario dell’immobile, che così facendo si assicura una vendita più veloce e ad un prezzo più elevato.

Se, invece, si decide di vendere casa tramite agenzia è possibile che la stessa si offra di pagare (in parte o in toto) i costi dell’home staging per assicurarsi l’esclusiva sulla vendita e offrire un servizio più completo ai propri clienti, con provvigioni chiaramente più elevate.